DOMEGGE DI CADORE

Organo “F. TESSICINI” (1853-54)

L’organo è stato costruito da Francesco Tessicini “fabbricatore d’organi in Roma” nel 1853/54 (la data non è certa perché in fondo alla secreta del somiere maestro è indicato il 1854 mentre su una tavola dei mantici si trova scritto 1853) per la chiesa della Madonna dei Monti di Roma. Nel 1900 venne acquistato dalla fabbriceria parrocchiale e quindi trasferito nella pieve di S. Giorgio e collocato nella cassa lignea attuale, disegnata dall’arch. Segusini già al momento della costruzione della chiesa, inaugurata nel 1867. Nella facciata lo strumento accoglie 18 canne dell’antico organo, realizzato da Nikolaus Harter e Sebastian Achamer tra il 1653 ed il 1655. Restaurato nel 2015 dalla ditta Francesco Zane, è un singolare esempio di organo di scuola romana presente in Cadore

Caratteristiche e disposizione fonica

Facciata di 41 canne di cui solo le 23 centrali, disposte a cuspide, sono suonanti mentre le rimanenti 18, poste ai due lati e distribuite ad ala, sono mute. Tastiera cromatica di 54 tasti (Do1 / Fa5) e pedaliera a leggio, anch’essa cromatica, di 20 tasti (Do1 / Sol2) con 12 note reali, costantemente unita al manuale. Registri azionati da pomelli a tiro, distribuiti su due colonne a destra della tastiera, secondo la disposizione riportata qui di seguito:

Voce umana [dal Do#3]

Principale 8’ Bassi

Viola [4’]

Principale 8’ Soprani

Flauto 8’ Soprani

Principale 8’ II [dal Do 2]

Flauto in VIII^ Soprani

Ottava bassa [4’]

Flauto in XII^ [dal Do#3]

Ottava soprana [4’]

Decimino [dal Do#3]

Ottava II^ [dal Do 2]

Musette Bassi [16’]

Decima quinta

Musette Soprani [16’]

Decima nona

Clarino 8’ S.

Vigesima seconda [I^]

Clarino 8’ B.

Vigesima seconda [II^]

Principale 8’ [al pedale]

Vigesima sesta Bordone 8’ [al pedale]

Vigesima nona [due file]

Bombardone 8’ [al pedale]

Ottava di Contr. [al pedale 16’] 

Divisione tra bassi e soprani ai tasti Do3 - Do#3.

Accessori: Tiratutti a manovella e doppio pedale.