SANTO STEFANO DI CADORE Pieve di S. Stefano

Organo “G. BAZZANI e FIGLI” (1852)

L’organo della chiesa parrocchiale di S. Stefano di Cadore è uno strumento costruito dalla ditta Giacomo Bazzani e figli nel 1852. In seguito, nel 1953 fu gravemente manomesso con l’applicazione di un meccanismo di “auto-organo”. Rimasto per molti anni inutilizzabile è stato completamente 

restaurato e riportato alle sue caratteristiche originali dalla ditta A. Piccinelli di Padova nel 1995. È collocato in cantoria sopra la porta principale della chiesa, racchiuso in cassa lignea, riccamente ornata con fregi dorati.

Caratteristiche e disposizione fonica

 Facciata composta di 31 canne suddivise in tre campate a cuspide. Tastiera di 56 note a meccanica sospesa, con estensione Do1/Sol5 cromatica; tasti diatonici coperti in osso con frontalini lisci e tasti cromatici placcati in ebano. Pedaliera a leggio con 17 pedali ed estensione Do1/Sol#2 con prima ottava in sesta; costruita in legno di noce con i pedali cromatici rivestiti in ottone. L’estensione reale è di 12 note e l’unione al manuale abbassa i tasti delle note corrispondenti nella prima ottava della tastiera; gli ultimi due pedali comandano gli accessori Terza Mano e Tamburo acustico. Comandi di registro a manetta ad incastro, disposti in due colonne sul lato destro della tastiera, secondo l’ordine riportato.

Voce Umana

Flauto traversiere [soprani 8’]

Flauto in VIII bassi

Flauto in VIII soprani

Viola Bassi [4’]

Clarone Bassi [4’]

Tromba dolce soprani [8’]

Corno Inglese [soprani 16’]

Flaugioletto [nei bassi 1/2’]

Ottavino [soprani 2’]

Tromboncini Bassi

Tromboncini Soprani

Trombe Reali [8’ al Ped.]

Timballi [al Ped.]

Terza Mano

Principale Bassi [8’]

Principale Soprani [8’]

Ottava Bassi

Ottava Soprani

Decimaquinta

Decimanona

Vigesimaseconda

Vigesimasesta

Vigesimanona

Trigesimaterza

Trigesimasesta

Contrabasso [16’ al Ped.]

Ottava di Contrabbasso [al Ped.]

Quinta di Contrabbasso [al Ped.]

Divisione tra bassi e soprani ai tasti Do#3 / Re3

Accessori: Forte e Piano (tiratutti), Combinazione libera “alla lombarda”, Terza Mano a manetta e a pedale, Tamburo (acustico) all’ultimo pedale, Banda Militare (Grancassa), Campanini alla mano (campanelli alla tastiera inseriti da una manetta posta sopra il manuale), Unione costante del Manuale al Pedale.

SANTO STEFANO BAZZANI.bmp
CIMG4735.jpg
CIMG4745 - Versione 2.jpg
CIMG8987.JPG