©2019 by Organi Storici in Cadore. Proudly created with Wix.com

Nella foto, scattata alla Fondazione Levi di Venezia in occasione del Seminario di studi "Candide-Venezia: l'Arte degli organi in Cadore" da sinistra a destra: Agostino Sacchet, Renzo Bortolot, Paolo Da Col, Giampietro Sala, Silvano Dolmen, Luigi Ferdinando Tagliavini, Claudio Carretta, Giuseppe Patuelli, Marco Maierotti, Franco Regalia, Giulio Mattiuzzi, Anchise Pinazza

Il Presidente

 

Giuseppe Patuelli, appassionato cultore di arte organaria, si trasferisce in Veneto dopo gli studi compiuti a Milano dove approfondisce la propria preparazione ed, unitamente all'attività lavorativa in campo medico-scientifico, inizia la collaborazione con la Rassegna Organi Storici in Cadore occupandosi di storia dell'organaria veneziana e veneta promuovendo e realizzando numerosi restauri di strumenti storici dei quali ha pubblicato diverse monografie ed articoli sulle principali riviste del settore. E' stato invitato a numerose conferenze e seminari tenendo relazioni su temi legati all'arte organaria, il restauro e gli aspetti storici con particolare riferimento alla scuola organaria veneziana ed alla figura di Gaetano Callido. Dal 2004 ricopre l'incarico di Segretario dell'Associazione Italiana Organari.

Il Direttore Artistico

Renzo Bortolot ha iniziato lo studio dell’organo con la prof.ssa G.Franzoni e successivamente si è diplomato presso il Conservatorio di Musica “G.Rossini” di Pesaro, in Organo e composizione organistica e in Musica corale e direzione di coro, con i maestri O.Baldassarri e M.Perrucci.
Ha approfondito la sua preparazione musicale partecipando ad alcuni corsi di interpretazione organistica, tenuti da vari maestri, tra i quali:
M.Radulescu, H.Vogel, L.F.Tagliavini, J.Langlais, T.Koopmann e A.Isoir. Già organista della Cattedrale di Fano (PS), per diversi anni ha collaborato
con il Coro Polifonico Malatestiano della stessa città. Ha svolto attività didattica, come insegnante di Teoria e Solfeggio, presso diversi Conservatori
di Musica; attualmente è docente titolare al Conservatorio “B.Marcello” di Venezia dove tiene anche i corsi di Fondamenti di acustica,
Semiografia della musica antica e Semiografia della musica contemporanea. Come organista, sia in veste di solista che di accompagnatore,
ha al suo attivo numerosi concerti tenuti in varie località italiane e tedesche.

Il Responsabile per la cultura e la storia organaria in Cadore

Marco Maierotti, appassionato cultore di storia locale ed in particolare di storia organaria è il direttore della Collana "Quaderni di Storia Organaria Cadorina" e responsabile delle pubblicazioni edite dall'Associazione. Tra gli studi pubblicati ricordiamo il primo volume dei Quaderni "Gli Organi (C. Grifo, 1667 -F. Dacci, 1768) della Pieve di S. Martino a Valle di Cadore", e "L'attività in Cadore di Valentino Zuliani Porta di Ferro, organaro del sec. XVII". Attualmente si sta occupando della storia dell'organo Agostino De Marco di Fusine di Val di Zoldo, l'unico organo esistente al mondo il cui canneggio è realizzato con canne in legno a sezione tonda. Ha recentemente pubblicato "Appunti per uno studio dell'organo di Fusine di Zoldo e delle antiche canne in esso rinvenute" e "A Fusine le canne dell'organo di Agordo del 1658 ?" due studi inerenti le uniche due file di registri in metallo presenti nell'organo di Fusine.